Detrazioni fiscali 2022: scopri tutte le novità della Legge di Bilancio!

L’approvazione della Legge di Bilancio porta con sé numerose novità sulle detrazioni fiscali 2022 come la proroga degli incentivi per la riqualificazione energetica.

Home » Blog-2 » Detrazioni fiscali 2022: tutte le novità sulle nuove agevolazioni nella legge di Bilancio

 

Finalmente, praticamente quasi sul gong dello scadere, è arrivata l’approvazione della tanto attesa legge di Bilancio 2022 (trovi il testo qui). Il 31 dicembre 2021 infatti la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il testo definitivo del documento programmatico di Bilancio approvato il giorno precedente dalla camera che contiene le novità sulle detrazioni fiscali 2022

Come abbiamo già avuto modo di riportare fra queste pagine, lo scenario macroeconomico e di finanza che è stato preso in considerazione per la redazione della Legge di Bilancio 2022 risente delle conseguenze della pandemia da virus COVID-19. Pertanto all’interno della manovra sono state previste molte misure di sostegno all’economia come le detrazioni fiscali 2022. Misure che di certo non possono ignorare gli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti come da accordi con l’Unione Europea.

Ecco quindi che la legge di Bilancio 2022 proroga e rimodula molti degli incentivi per la riqualificazione energetica e sismica per i privati in vigore fino a questo momento.

Ma quali sono le novità della Legge di Bilancio che riguardano le detrazioni fiscali 2022?

Abbiamo cercato di riportarle qui di seguito insieme ai nostri esperti.

Le novità principali della Legge di Bilancio 2022

Fra le novità principali introdotte dalla legge di Bilancio 2022 vi sono alcune che riguardano in particolare le detrazioni fiscali 2022 per gli interventi sul contesto domestico e privato.

Ad esempio il Superbonus 110 andrà incontro ad una significativa rimodulazione della misura oltre che una sua proroga. Le modifiche hanno anche interessato il famoso bonus facciate e sono servite anche a stabilizzare tutti gli altri interventi di riqualificazione energetica, ovvero quelli passibili di ecobonus, fino al 2024.

In breve sono queste le novità principali apportate dalla Manovra di Bilancio per il 2022. Tuttavia, per fornire un quadro completo della situazione è forse necessario prendere in esame queste misure in maniera più approfondita. Cosa che ci apprestiamo a fare qui di seguito.

Detrazioni fiscali 2022: Le novità del Superbonus 110%

Come abbiamo avuto modo di anticipare, le novità sul superbonus 110% introdotte dalla legge di Bilancio 2022 non sono affatto poche. Proviamo a riassumerle qui di seguito.

La più importante riguarda senza dubbio la proroga delle scadenze della misura. In particolare sarà possibile fruire della maxi-detrazione fino al:

  • 31 dicembre 2025, per gli interventi effettuati dai condomìni, dalle persone fisiche proprietarie (o comproprietarie) di edifici composti fino a 4 unità immobiliari e da ONLUS, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale, compresi gli interventi effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all’interno dello stesso condominio o dello stesso edificio interamente posseduto. La percentuale di detrazione sarà pari al 110% fino al 31 dicembre 2023, al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025;
  • fine dicembre 2023, per gli interventi effettuati dagli IACP ed enti equivalenti, compresi quelli effettuati dalle persone fisiche sulle singole unità immobiliari all’interno dello stesso edificio, e dalle cooperative a proprietà indivisa;
  • 31 dicembre 2022, per gli interventi effettuati su unità immobiliari dalle persone fisiche. Importantissimo, per questa tipologia di interventi non è necessario rispettare alcun tetto ISEE come invece era stato paventato.

Gli interventi di riqualificazione antisismica degli edifici, nei casi in cui la zona in cui sono ubicati sia stata dichiarata zona di emergenza, possono fruire del superbonus. Le spese sostenute per questi interventi devono però essere effettuate entro il 31 dicembre 2025.

Bonus facciate e gli altri bonus edilizi 2022

Ad essere riconfermato, con le dovute modifiche, non è solo il superbonus 110%. La legge di Bilancio prevede anche le seguenti misure volte ad incentivare sia la riqualificazione energetica degli edifici che alcuni loro interventi edili.

Abbiamo elencato questi interventi qui di seguito:

  • Il bonus facciate per gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti viene confermato per tutto il 2022. A cambiare è però l’aliquota di detrazione che passa al 60%;
  • Il cosiddetto bonus casa per gli interventi di ristrutturazione edilizia che da diritto ad una detrazione IRPEF del 50% con un limite a 96.000 € viene prorogato al 2024;
  • gli ecobonus ordinari, sono fra le detrazioni fiscali 2022 prorogate. In particolare l’agevolazione che va dal 50 al 65% per gli interventi di riqualificazione energetica delle singole unità immobiliari giungerà a termine nel 2024;
  •  il normale sisma bonus al 50-70-75-80-85% scadrà il 31 dicembre 2024;
  • proroga al 2024 anche per il bonus mobili. Tuttavia questo potrà dare diritto ad una spesa massima detraibile di 10.000 euro nel 2022 e di 5.000 euro nel 2023/2024;
  • anche il bonus verde e la sua detrazione IRPEF del 36% sono prorogati di altri 2 anni;

Le detrazioni fiscali 2022 per l’abbattimento delle barriere architettoniche

La Legge di Bilancio 2022 istituisce una nuova detrazione al 75% per la realizzazione dei seguenti interventi:

  • lavori finalizzati al superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti;
  • di automazione degli impianti degli edifici e delle singole unità immobiliari funzionali ad abbattere le barriere architettoniche. Sono ammesse anche le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito.

I limiti di spesa variano in base a quante unità immobiliari sono presenti all’interno degli edifici. In particolare parliamo di:

  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti o dispongano di uno o più accesso esterno autonomo;
  • 40.000 euro per unità immobiliare nel caso di edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari;
  • 30.000 euro per unità immobiliare nel caso di edifici composti da più di 8 unità immobiliari.

Questa detrazione fiscale 2022 potrà essere fruita dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2022.

La validità della cessione del credito d’imposta e dello sconto in fattura

Un’importante novità introdotta dalla Legge di Bilancio che riguarda le detrazioni fiscali 2022 è senza dubbio la proroga della validità delle alternative alla fruizione delle detrazioni. Non solo quindi sarà possibile fruire degli incentivi tramite la dichiarazione dei redditi ma sarà anche possibile optare per la cessione del credito d’imposta relativo alla detrazione e lo sconto in fattura.

Precisiamo che sarà possibile usufruire di queste alternative per gli interventi che abbiamo appena elencato, per la gioia di coloro che sono intenzionati a sostenerli.

Oltre alla proroga dello sconto in fattura e della cessione del credito vengono messe in atto, seppur con alcune modifiche, i contenuti del  D.L. n. 157/2021 o decreto antifrode. Tutti i bonus edilizi diversi dal Superbonus dovranno rispettare l’obbligo del visto di conformità e di asseverazione della congruità dei prezzi. Saranno ovviamente dei tecnici abilitati a rilasciare tali documenti in caso di opzione per la cessione del credito o sconto in fattura.

Non devono rispettare questi obblighi però tutti quegli interventi il cui importo complessivo non è superiore ai 10.000 euro eseguiti sulle singole unità immobiliari o sulle parti comuni dell’edificio, fatta eccezione per il bonus facciate.

Il visto di conformità è invece richiesto per il superbonus 110% anche nel caso in cui le detrazioni fiscali 2022 siano utilizzate dal beneficiario nella dichiarazione dei redditi. Il visto non sarà necessario se la dichiarazione è presentata direttamente dal contribuente, attraverso l’utilizzo della dichiarazione precompilata predisposta dall’Agenzia delle entrate, ovvero tramite il sostituto d’imposta che presta l’assistenza fiscale.

In particolare, la legge di Bilancio 2022, riconosce all‘Agenzia delle Entrate la possibilità di sospendere, per un periodo non superiore a 30 giorni, l’efficacia delle procedere per l’esercizio della cessione del credito e dello sconto in fattura. In questo periodo, l’Agenzia potrà effettuare controlli sulle domande e controllare che non ci siano tentativi di frode in atto.

Per disporre di una consulenza clicca qui!

CONTATTII nostri recapiti
IT NATION S.R.L. P.Iva 06819510824
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png
CONTATTII nostri recapiti
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.