DL 157 o Decreto Antifrode: come cambia la normativa? Scoprilo qui!

Analizziamo in maniera approfondita il DL 157 meglio conosciuto come Decreto Antifrode con l’aiuto dei nostri esperti

Home » Blog-2 » Il DL 157 o Decreto Antifrode sotto la lente d’ingrandimento

 

Da qualche giorno a questa parte oramai è entrato in vigore il tanto temuto Decreto Antifrode o DL 157. La novità contenuta nel testo del DL 157 riguarda soprattutto la stretta sul meccanismo della cessione del credito ed i complessi meccanismi che riguardano soprattutto la fruizione del Superbonus 110% ma anche tutti gli altri incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici.

Prima di prendere in esame i cambiamenti introdotti dal DL 157 ci preme precisare che non stiamo parlando di una legge che dovrà ancora entrare in vigore. Il Decreto Anti Frode (disponibile qui) è infatti stato già pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 11.11. 2021 con il titolo di: “Misure urgenti per il contrasto alle frodi nel settore delle agevolazioni fiscali ed economiche“.

Ma perché il legislatore ha dovuto correre ai ripari predisponendo il Decreto Anti Frode?

Il motivo è molto semplice: il Superbonus 110% ha scatenato un notevole numero di richieste per gli accessi alla detrazione. Sono in molti infatti a voler effettuare lavori di efficientamento energetico ed anti-sismico usufruendo di incentivi così vantaggiosi. E proprio perché sono in molti ad essersi fatti ingolosire da questa opportunità, è ragionevole presupporre che siano in molti a tentare di accedere a questi incentivi anche senza essere in possesso dei requisiti.

Con il DL 157 vengono quindi introdotte nuove norme che prevedono maggiori controlli al fine di evitare frodi nei confronti dello stato italiano. Ciò soprattutto relativamente alle alternative alla detrazione in dichiarazione dei redditi ovvero alla cessione del credito e sconto in fattura.

Cerchiamo quindi di approfondire in maniera dettagliata le novità del DL 157 qui di seguito con l’aiuto dei nostri esperti.

Le novità più importanti del DL 157 dell’ 11 novembre 2021

Fra le novità più significative del DL 157 o Decreto Antifrode c’è indubbiamente quella che prevede che, da adesso in poi, per poter fruire dei bonus edilizi è obbligatorio presentare anche:

  1.  Visto di conformità apposto da un commercialista iscritto nell’apposita sezione dell’Agenzia delle Entrate
  2.  Un’asseverazione di congruità delle spese.

Per presentare questi documenti sarà necessario seguire le modalità di asseverazione contenute del Decreto 6 Agosto 2020 così come stabilito dall’Art. 13 comma 13.2 . In questo articolo sono infatti contenuti gli interventi in cui l’asseverazione può essere sostituita dall’Installatore ed i limiti di spesa per questi interventi. L’articolo recita infatti così:

Per gli interventi di cui al presente allegato A, per i quali l’asseverazione può essere sostituita da una dichiarazione del fornitore o dell’installatore, l’ammontare massimo delle detrazioni fiscali o della spesa massima ammissibile è calcolato sulla base dei massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento di cui all’allegato I al presente decreto.

Questo significa quindi che sarà l’installatore a dover verificare, prima dell’installazione, i limiti prezzo all’interno dell’allegato I.

I limiti di spesa da rispettare

Per semplicità riportiamo qui di seguito la tabella con i “Massimali specifici di costo per gli interventi sottoposti a dichiarazione del fornitore o dell’installatore ai sensi dell’Allegato A”.

Tipologia di intervento

Spesa specifica massima ammissibile

Riqualificazione energetica
Interventi di cui all’articolo 2 comma 1, lettera a) zona climatica A, B, C

Interventi di cui all’articolo 2 comma 1, lettera a) zona climatica D, E, F

800,00 €/m2

 

1.000,00 €/m2

Strutture opache orizzontali: isolamento coperture
Esterno Interno

Copertura ventilata

230,00 €/m2

100,00 €/m2

250,00 €/m2

Strutture opache orizzontali: isolamento pavimenti
Esterno

Interno/terreno

120,00 €/m2

150,00 €/m2

Strutture opache verticali: isolamento pareti perimetrali
Esterno/diffusa Interno

Parete ventilata

150,00 €/m2

80,00 €/m2

200,00 €/m2

Sostituzione di chiusure trasparenti, comprensive di infissi
Zone climatiche A, B e C
Serramento 550,00 €/m2
Serramento + chiusura oscurante (persiana, tapparelle, scuro) 650,00 €/m2
Zone climatiche D, E ed F
Serramento 650,00 €/m2
Serramento + chiusura oscurante (persiana, tapparelle, scuro) 750,00 €/m2
Installazione di sistemi di schermatura solari e/o ombreggiamenti mobili comprensivi di eventuali meccanismi di automatici di regolazione  

230,00 €/m2

Collettori solari
Scoperti 750,00 €/m2
Piani vetrati 1.000,00 €/m2
Sottovuoto e a concentrazione 1.250,00 €/m2
Caldaie ad acqua a condensazione e generatori di aria calda a condensazione (*)
Pnom ≤ 35kWt

Pnom > 35kWt

200,00 €/kWt

180,00 €/kWt

Alcune FAQ sul DL 157

A questo punto la nostra analisi sul DL 157 o Decreto Anti Frode deve prendere in esame per forza anche alcune fra le domande più frequenti che possono riguardare la normativa.

Quali sono le conseguenze dell’apposizione del visto di conformità per imprese e professionisti del settore?

Prima del DL 157, solamente coloro che si occupavano di superbonus 110 erano obbligati ad apporre il visto di conformità ed emettere le asseverazioni per ottenere le detrazioni.

Dopo l’entrata in vigore del Decreto Anti Frode invece, anche il consulente commercialista iscritto nell’apposita sezione all’Agenzia delle Entrate appone il visto di conformità anche sulle pratiche che non riguardano il Superbonus 110. Inoltre, anche il consulente commercialista può visionare il l’asseverazione di congruità delle spese che però deve essere redatta da un tecnico professionista iscritto all’albo che abbia una polizza assicurativa appositamente sottoscritta. All’interno del testo il tecnico deve dichiarare di aver effettuato un controllo di congruità delle spese rispetto al preziario regionale o al preziario Dei e la fattura emessa dall’impresa o dal professionista prestatore d’opera.

Per tutte le altre asseverazioni invece si deve far riferimento al testo del Decreto Asseverazioni del 5 Agosto 2020 Allegato 2.

Quali sono gli effetti delle modifiche introdotte dal Decreto Anti Frode?

Dopo l’approvazione del Decreto Legge 157 le imprese dovranno:

  1. quantificare le opere che godono di bonus edilizi (ecobonus, bonus facciate, bonus casa, sismabonus) e per le quali vogliono effettuare lo sconto in fattura solo facendo riferimento al preziario regionale;
  2. far asseverare le opere dal direttore lavori o da un tecnico regolarmente iscritto e che abbia una regolare polizza per tali asseverazioni;
  3. far apporre il visto di conformità sulle comunicazioni di cessione del credito.

Cosa accade alle comunicazioni in essere o che dovranno essere fatte questo mese o i prossimi?

Coloro che hanno effettuato i pagamenti prima dell’11 Novembre 2021 potranno comunque inviare le comunicazioni senza Visto ed Asseverazioni. Ciò è quanto ha stabilito dall’Agenzia delle Entrate in uno dei suoi ultimi chiarimenti in merito al Decreto Legge Anti Frode.

Quale sarà il testo da utilizzare per l’asseverazione?

Sarà presto disponibile un nuovo modello per compilare l’asseverazione. Un modello che sarà comunque sostituito da quello ufficiale che quando uscirà darà la possibilità a coloro che hanno eseguito i lavori di poter procedere con le comunicazioni per la cessione del credito e lo sconto in fattura.

La comunicazione di sconto in fattura può essere inviata per opere non terminate dopo il DL 157??

Si!

L’asseverazione del tecnico infatti riguarderà la congruità delle spese e quelle sostenute ovvero le spese che il committente ha già sostenuto. Per questo motivo l’asseverazione non riguarderà affatto lo stato di avanzamento dei lavori.

Rimane comunque il fatto che l’Asseverazione può essere sostituita nei casi sopra elencati.

CONTATTII nostri recapiti
IT NATION S.R.L. P.Iva 06819510824
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png
CONTATTII nostri recapiti
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.