Perché la cessione del credito conviene? - Ecobonus 360

Tutti i motivi per cui la cessione del credito conviene davvero e perché è un investimento sicuro

Home » Blog-2 » Perché la cessione del credito conviene?

 

Grazie all’approvazione del Decreto Rilancio sono state introdotte delle interessanti alternative alla fruizione diretta delle detrazioni del credito d’imposta cui si avrebbe avuto diritto.

Queste alternative alla semplice detrazione in denuncia dei redditi sono sostanzialmente due:

  • Lo sconto in fattura, ovvero la possibilità di usufruire del credito d’imposta cui si avrebbe diritto in maniera diretta. L’impresa incaricata di eseguire i lavori può infatti applicare uno sconto in fattura in cambio del credito d’imposta cui avrebbe diritto il committente;
  • La cessione del credito d’imposta. In questo caso, il contribuente che gode di un bonus fiscale avrà diritto ad un credito d’imposta del valore pari alla % del bonus. Nel caso del Superbonus quindi avrà diritto ad un credito d’imposta pare al 110% delle spese sostenute. Il contribuente potrà quindi scegliere di cedere questo credito a soggetti terzi ricevendo in cambio liquidità.

Se c’è quindi la possibilità di cedere questo credito d’imposta, c’è anche la possibilità di acquistarlo. Ma la cessione del credito conviene davvero a coloro che decidono di acquistarlo?

La risposta a questa semplice domanda può essere senza dubbio un: si! Tanto è vero che sta nascendo un vero e proprio mercato attorno al credito d’imposta.

Ma perché investire nella cessione del credito conviene? Quali sono i soggetti che possono acquistare questo credito?

Queste sono in realtà le domande da porsi se si vuole padroneggiare lo strumento della cessione del credito al meglio ed ampliare il proprio business. Ed è proprio a queste domande che abbiamo cercato di rispondere in questo approfondimento.

Cosa è la cessione del credito?

Prima spiegare perché la cessione del credito conviene è necessario fare un passo indietro e spiegare meglio in cosa consiste questa opportunità.

La cessione del credito è sostanzialmente la possibilità di trasferire la detrazione fiscale che un beneficiario ha ottenuto a soggetti terzi. In cambio della cessione del credito, coloro che hanno beneficiato della detrazione potranno ricevere una somma di denaro immediatamente disponibile, oppure, in alternativa, potranno utilizzarla per accedere ad un finanziamento.

Tramite la cessione del credito quindi è possibile liquidare o “smobilizzare” l’ammontare della detrazione fiscale. La cessione del credito può quindi essere vista anche come il meccanismo tramite cui “smobilizzare” i crediti vantati verso il fisco nel più breve tempo possibile. Una possibilità davvero vantaggiosa dal momento che imprese e cittadini non dovranno versare materialmente il corrispettivo dovuto.

A chi si può cedere il credito d’imposta?

Il Decreto Rilancio individua in maniera precisa i soggetti a cui è possibile cedere il credito d’imposta. Questi soggetti sono 3 e sono i seguenti:

  • l’impresa che ha effettuato i lavori;
  • una banca (o un intermediario finanziario) quindi anche un’assicurazione;
  • soggetti privati come condomìni, società, enti o professionisti.

La cessione del credito alle banche: le problematiche

Uno dei soggetti principali a cui ci si può rivolgere per quanto riguarda la cessione del credito sono le banche, tuttavia, come abbiamo visto anche qui, cedere il credito a queste ultime non sempre conviene.

Grazie alla cessione del credito alle banche è infatti possibile “smobilizzare” il proprio credito d’imposta ed ottenere liquidità. Colui che cederà il proprio credito d’imposta alla banca infatti otterrà il denaro necessario per affrontare i lavori, o l’accesso ad un finanziamento tale da coprire il costo dei lavori, senza dover anticipare nulla. Una possibilità che quindi permette di ridurre notevolmente le tempistiche rispetto ai 5 anni necessari per recuperare la detrazione tramite la dichiarazione dei redditi.

Tuttavia questo processo ha due grosse problematiche:

  • tempistica: il tempo con il quale la banca erogherà la somma richiesta è, seppur minore comparato ai 5 anni della detrazione fiscale, abbastanza lungo. La banca infatti dovrà effettuare una verifica documentale sul soggetto richiedente, una prassi per la quale è necessario qualche mese;
  • riduzione dei benefici: Il credito d’imposta ammonta al 110% della spesa per i lavori di efficientamento energetico. Cedendolo alla banca, quest’ultima erogherà una liquidità che servirà per coprire le spese per tali lavori. A fronte di una cessione del credito del 110% si otterrebbe quindi una liquidità di circa il 100% e quindi si rinuncerebbe a parte della detrazione, la parte che rappresenta i ricavi per la banca.

Ma allora perché abbiamo affermato che la cessione del credito conviene? A chi conviene?

Acquistare il credito d’imposta conviene alle imprese. Perché è un investimento sicuro?

Abbiamo appena visto come cedere il credito d’imposta alle banche non sempre sia la migliore scelta. Proviamo quindi a spiegare perché investire nel credito d’imposta conviene alle imprese che decidono di farlo. Le banche infatti, come abbiamo visto poco più sopra non sono gli unici soggetti abilitati ad acquistare il credito d’imposta.

Innanzitutto ci teniamo a specificare come investire nel credito d’imposta conviene per che si tratta di un investimento sicuro. Un investimento sicuro è, a nostro avviso, un investimento che offre sempre la possibilità di rientrare nella cifra investita per realizzarlo. Un investimento che quindi, con il passare del tempo, non perde valore.

L’altro motivo per cui conviene investire nel credito d’imposta è che si può ottenere un vantaggio economico non indifferente, specie se dobbiamo pagare molte tasse. E gli imprenditori che sono a capo di aziende in salute di solito devono farlo. Perché quindi indebitarsi con una banca per ottenere un finanziamento minore dell’importo del credito d’imposta, quando potrei detrarre la totalità del credito d’imposta direttamente dalle tasse che comunque dovrei pagare?

La cessione del credito conviene e perché è un investimento sicuro

La cessione del credito conviene perché è un investimento sicuro, ovvero che si mantiene nel tempo. Proviamo a spiegare quanto appena affermato con un esempio in modo da renderlo il più comprensibile possibile.

Mario è un imprenditore che decide oggi di acquistare un credito d’imposta. Mettiamo il caso che a fronte di un investimento di 100.000 €, sfruttando il Superbonus 110%, acquisisca un credito d’imposta di 110.000 €. Mario decide poi di optare per la detrazione in dichiarazione dei redditi e quindi ogni anno, in virtù del credito acquistato può detrarre 22.000 € per i successivi 5 anni.

Tuttavia, dopo 2 anni Mario può trovarsi in una situazione in cui debba vendere la propria impresa o attività. In questo caso quindi avrebbe ancora 66.000 € da poter portare in detrazione. Che fine farebbero questi soldi nel caso della cessione dell’attività?

I soldi rimarrebbero comunque nel cassetto fiscale dell’impresa. Di fatto quindi, oltre all’impresa Mario potrebbe liquidare anche il credito d’imposta presente nel cassetto fiscale della stessa. In questo modo rientrerebbe nell’investimento effettuato 2 anni prima e potrebbe vendere l’impresa più facilmente visto che il futuro acquirente si troverebbe con già 66.000 € di credito vantato nei confronti del fisco.

Cedere il credito conviene: i vantaggi

Proviamo a spiegare tramite un esempio come mai alle imprese conviene investire nella cessione del credito d’imposta. 

Un beneficiario ha effettuato dei lavori di efficientamento energetico per 100.000 euro che rientrano nel Superbonus 110%. In questo caso il beneficiario ha quindi diritto ad una detrazione per un ammontare complessivo di 110.000 euro.

L’impresa che acquista il credito d’imposta dal beneficiario (colui che ha effettuato i lavori) di fatto acquista un credito d’imposta del valore di 110.000 per un costo inferiore al suo reale valore es. 100.000 euro. In questo modo l’impresa potrà detrarre dalle tasse per i successivi 5 anni un totale di 22.000 euro (22.000×5=110.000) anziché i normali 20.000 come avrebbe dovuto fare normalmente.

Acquistare il credito d’imposta conviene in questo caso perché, a ben vedere, l’impresa in questione investirebbe 100.000 euro ma ne potrebbe detrarre 110.000, quindi il 10% in più. Investire nella cessione del credito conviene alle imprese perché per loro significa pagare meno tasse di quante ne pagherebbero normalmente!

Cedi il tuo credito ad Ecobonus 360!

Se hai letto con attenzione il nostro approfondimento avrai sicuramente capito perché investire nella cessione del credito d’imposta conviene.

Tuttavia farlo è affatto semplice. Ecco perché rivolgersi ad una società specializzata, nel fornire consulenza e nel supportare il cittadino, il professionista o un’impresa come Ecobonus360, potrebbe essere un valida soluzione al fine di avere la certezza effettuare la cessione del credito con l’istituto più adatto alle proprie esigenze.

Ma non solo, rivolgerti a noi ti permetterà di smobilizzare il tuo credito d’imposta in tempi sicuramente più rapidi di quanto ci riusciresti rivolgendoti alle banche!

Per disporre di una consulenza clicca qui!

CONTATTII nostri recapiti
IT NATION S.R.L. P.Iva 06819510824
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png
CONTATTII nostri recapiti
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.