Sconto in fattura 2021 del 50-65% per la riqualificazione energetica!

Home » Blog-2 » Sconto in fattura 2021 del 50-65% per la riqualificazione energetica

Il Decreto Rilancio ha confermato per il 2021 una serie di agevolazioni economiche grazie alle quali potrai eseguire lavori di ristrutturazione finalizzati a una riqualificazione energetica di un immobile. In particolare, sono tre le soluzioni a cui potrai attingere: il Superbonus 110%, l’Ecobonus e il Bonus ristrutturazione.

In questa guida ci soffermeremo su queste ultime due iniziative e sullo sconto in fattura che potrai ottenere.

Cos’è l’Ecobonus e il Bonus Ristrutturazione

L’ Ecobonus nasce come risposta alla necessità di offrirti un sostegno finanziario per interventi che rientrano nel piano Europeo per una tutela ambientale, attraverso iniziative di riduzione dei consumi energetici. Sono lavori che riguardano sia l’ambito strutturale, sia l’impiantistica e che richiedono un investimento sostanzioso da affrontare per il cittadino. Per questo al fine di incentivare queste attività avrai la possibilità di detrarre fiscalmente fino al 65% delle spese sostenute.

Nel caso del Bonus Ristrutturazione l’importo è invece pari a 50%. Ma cosa significa la detrazione fiscale?

I lavori che effettuerai per un importo massimo che può raggiungere i 100.000 € nell’Ecobonus e 60.000 € nel Bonus Ristrutturazione, verranno suddivisi in 10 anni ottenendo una riduzione delle tasse. Per esempio, se esegui degli interventi pari a 20.000 € che rientrano nell’Ecobonus, potrai ottenere una detrazione equivalente a 13.000 €, ovvero il 65%. Ciò ti porterà ad avere una sottrazione della tassazione di 1.300 € all’anno.

Il Decreto Rilancio ha portato a una serie di novità per quanto riguarda le tipologie di agevolazioni applicate, offrendoti la possibilità di richiedere oltre alla detrazione fiscale anche uno sconto in fattura pari al 65% e al 50%.

Cos’è lo sconto in fattura 2021 del 50% e del 65%

Lo sconto in fattura 2021 è una tipologia di agevolazione che ha avuto subito un immediato riscontro grazie al fatto di ridurre in maniera diretta l’investimento iniziale che dovrai affrontare.

Infatti, nel caso della detrazione ai fini di tasse, dovrai pagare l’intera spesa dei lavori di ristrutturazione e di riqualificazione. Solo successivamente ottenere il rimborso dividendolo nell’arco degli anni successivi.

Anche se è un vantaggio economico, prevede comunque un investimento iniziale che non sempre può essere affrontato da una famiglia o dal singolo privato. Nel caso dello sconto in fattura invece, otterrai al momento del pagamento dei lavori una riduzione del costo complessivo degli interventi.

Come funziona lo sconto in fattura 2021

Il termine stesso è utile per capire come funziona questa tipologia di agevolazione. Infatti, verrà applicato in maniera diretta dall’azienda una riduzione di quanto dovrai pagare che sarà pari a uno sconto del 65% per le attività che vengono inglobate nell’Ecobonus e del 50% per quelle del Bonus Ristrutturazione.

Quindi, se sottoscrivi un contratto con un’impresa edile pari a 15.000 €, non dovrai far fronte all’intero capitale, anche se eventualmente dilazionato a rate, ma sottrarre il 65%, ovvero 9.750 €, che verranno applicati come sconto in fattura 2021. Quindi potrai ottenere gli interventi di riqualificazione effettuando un investimento di soli 5.250 €. Come si evince il risparmio economico è vantaggioso e non andrà a gravare sul tuo bilancio familiare.

A sua volta, la ditta edile potrà utilizzare lo sconto del 65% che ha applicato, come detrazione fiscale ai fini di tasse o cedere il credito a una banca e ottenere una liquidità per i lavori.

L’Ecobonus e lo sconto in fattura 2021 del 65%

Lo sconto in fattura 2021 riguarderà una serie di interventi ai fini ambientali, ma anche tutte quelle attività accessorie collegate, come eventuali spese di trasporto e istallazione di un impianto.

Di seguito indichiamo quali sono i diversi lavori su cui si applica uno sconto in fattura pari al 65%.

  • Lavori di riqualificazione energetica: si considerano tutte quelle attività, generali o specifiche, che sono finalizzate a migliorare l’ambito energetico di un immobile esistente, come nel caso di isolamento termico dei muri esterni e interni oltre ai soffitti e ai pavimenti. Sarà necessario in ogni caso avere un miglioramento dei consumi energetici che superi il 20% rispetto allo stato precedente.
  • Fonti energetiche alternative: si considerano tutte le spese necessarie per l’acquisto e la posa in opera di pannelli fotovoltaici finalizzati al riscaldamento dell’acqua o quello delle piscine, sia per la casa, sia per le attività industriali e sportive.
  • Lavori sugli impianti di riscaldamento e climatizzazione: sia applica l’Ecobonus nel caso di sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento con tipologie di nuova generazione, che prevedono caldaie a condensazione con specifiche classi energetiche o sistemi a pompe di calore. Sono inclusi anche eventuali micro-congelatori o sistema di refrigerazione.
  • Sostituzione delle caldaie: potrai inserire tra le spese anche l’ammodernamento della caldaia con una versione a consumo energetico ridotto, con la sostituzione di eventuali scaldacqua con quelli che si basano sul sistema a pompa di calore.
  • Impianti di automazione per la casa: tra gli interventi previsti nell’Ecobonus si considerano anche il rifacimento degli impianti elettrici con l’installazione di sistemi multimediali finalizzati alla domotica e che prevedono un controllo a distanza dei vari elettrodomestici e dell’impiantistica.

Quali sono i lavori con una detrazione al 50%

Lo sconto in fattura 2021 del 50% viene applicato a una serie di attività che vengono considerate utili per ridurre il consumo energetico.

  • Infissi: avrai la possibilità di sostituire tutti gli infissi e aggiungere sistemi di schermatura solare, come tende e zanzariera. Inoltre, potrai anche utilizzare l’agevolazione per sostituire porte esterne o portoncini.
  • Riscaldamento e climatizzazione: come nel caso dell’Ecobonus è prevista la sostituzione e l’installazione di impianti di climatizzazione invernale ed estiva che prevedano come minimo una casse energetica pari ad “A”. Inoltre, vengono inclusi anche l’acquisto di sistemi di riscaldamento che utilizzano combustibili come pallet e truciolato.

Chi può richiedere lo sconto in fattura

L’agevolazione dello sconto in fattura 2021 si applica con riferimento a un immobile, quindi se disponi di diversi appartamenti potrai richiedere l’agevolazione per ogni singola unità abitativa fino al massimo degli importi previsti.

Inoltre, potrai ottenerlo se sei il proprietario dell’immobile o un soggetto con un diritto sul bene, come per esempio il coniuge, un convivente o un usufruttuario o se hai un regolare contratto di affitto o di comodato d’uso.

Infine, potrai aderire all’Ecobonus 65% e al Bonus ristrutturazione 50% come responsabile di un ente che svolge un’attività non finalizzata al commercio o un’associazione.

Cosa fare per richiedere lo sconto in fattura

Devi considerare che per ottenere lo sconto in fattura dovrai effettuare tu stesso la richiesta e fornire la documentazione tecnica ed economica che dimostri i lavori effettuati.

Una condizione indispensabile per richiedere questa agevolazione è quella di eseguire gli interventi entro il 31 dicembre 2021. Inoltre, non è sufficiente comunicare alla ditta la volontà di usufruire di questa forma di supporto economico, ma sarà necessario eseguire la comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Il procedimento potrà essere fatto personalmente, se si ha una registrazione o si possiede lo SPID, oppure utilizzando una società specializzata in questa attività come Ecobonus 360.

Infatti, se sei il committente dovrai dichiarare in via telematica l’utilizzo dello sconto in fattura. Contemporaneamente a ciò, anche la ditta dei lavori dovrà eseguire la medesima comunicazione. Solo in questo modo è possibile abilitare il trasferimento del credito d’imposta.
Infine, dovrai aggiungere una specifica documentazione tecnica ed economica.

Documentazione tecnica per lo sconto in fattura

La condizione principale per ottenere l‘Ecobonus 65% e il Bonus Ristrutturazione 50% è quella di effettuare un intervento di riqualificazione energetica rientrante tra quelli indicati. Per  l’eventuale istallazione di una caldaia di ultima generazione, di un sistema di climatizzazione o di un impianto domotico, deve essere attestata da una relazione da parte di un tecnico abilitato.

Lo stesso deve avvenire per i lavori all’edificio che prevedono l’aggiunta di cappotto termico o di eventuali sistemi di isolamento applicati sulle strutture verticali e orizzontali.

Infine, dovrai eseguire la comunicazione sul sito dell’ENEA, nella quale indicare la tipologia di efficienza energetica che si è acquisita grazie agli interventi.

La documentazione tecnica e la comunicazione ENEA dovranno essere conservati ai fini di un eventuale controllo successivo da parte degli organi competenti. La mancanza di questa documentazione può portare a sanzioni e in alcuni casi anche alla perdita dell’agevolazione, con l’obbligo di pagare l’intero importo dei lavori.

Documentazione economica per lo sconto in fattura 2021

Altro aspetto da considerare per ottenere lo sconto in fattura 2021 sono i documenti che dimostrino i lavori effettuati.

  • Pagamenti: la normativa di legge dell’Ecobonus prevede la necessità che tutte le transazioni economiche concernenti gli interventi di riqualificazione energetica siano tracciate. In particolare, viene richiesto il pagamento con bonifico, dato che non sono ammessi quelli con carta di credito, sistemi digitali o assegni. Al fine di non trovarsi in difficoltà, in caso di controllo, l’operazione dovrà essere eseguita dal tuo conto corrente in quanto avente diritto per effettuare i lavori su un immobile e con la causale in cui è obbligatorio indicare il numero di fattura e la tipologia di agevolazione economica.
  • Emissione della fattura: dovrai conservare anche la fattura dei relativi lavori e quelli riguardanti la fornitura e posa in opera. Per essere valida, ai fini dell’agevolazione con sconto in fattura 2021 del 65% e del 50%, questo documento dovrà essere redatto in modo particolare. Infatti, la ditta edile o quella specializzata nell’istallazione di un impianto ti dovrà indicare l‘importo complessivo dei lavori con l’IVA.
    Sul totale dovrà essere applicato lo sconto in fattura, specificando che viene eseguito ai fini delle agevolazioni previste per il 2021. Inoltre, dovrà essere introdotto anche il sistema di pagamento previsto, ovvero il bonifico. Nel bonifico dovrà inoltre essere specificare se l’importo scontato dovuto dovrà essere pagato in un’unica soluzione o a rate.

Sconto in fattura 2021 conviene?

Questa tipologia di sostegno economico è considerata un valido supporto per affrontare dei lavori necessari e vantaggiosi per ridurre le spese collegate alle utenze, tra quelle che incidono maggiormente nel bilancio di ogni famiglia.

Per essere certi di ottenere lo sconto in fattura 2021 è importante rispettare i relativi requisiti previsti dalla legge, un qualcosa che spesso non è facile a causa di una documentazione ampia e anche molto specifica.

In questa prospettiva, per velocizzare la procedura, sarà indispensabile rivolgersi a una società come Ecobonus 360, specializzata negli anni nel fornire ai clienti consulenza e supporto per tutte le iniziative collegate alle attività di riqualificazione energetica. Grazie all’esperienza di tecnici e di professionisti, avrai tutte le informazioni necessarie per valutare quale agevolazione sia la più adatta alle tue necessità, oltre alla certezza di ottenere lo sconto in fattura.

CONTATTII nostri recapiti
IT NATION S.R.L. P.Iva 06819510824
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png
CONTATTII nostri recapiti
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.