Modifiche Superbonus 110: ecco tutte le ultime novità! Clicca per scoprirle!

Il punto della situazione su tutte le ultime modifiche Superbonus 110

Home » Blog-2 » Il punto sulle ultime modifiche Superbonus 110

 

Il Superbonus 110 è un’importante opportunità che ti consente di ristrutturare la tua abitazione e di migliorarne le prestazioni energetiche. Nello specifico, permette una detrazione fiscale che può arrivare fino al 110% per tutte le spese sostenute per adeguare il tuo immobile in termini di isolamento termico e acustico anche con soluzioni che consentono di sfruttare le energie alternative. In queste ultime settimane il Governo ha rivisto alcuni aspetti apportando alcune modifiche Superbonus 110 che potrebbero rendere la misura ancora più funzionale per le tue esigenze.

Facciamo un po’ il punto della situazione su tutte le modifiche che sono state effettuate.

Le ultime modifiche Superbonus 110: facciamo il punto della situazione

Per rendere più fruibile e soddisfacente il Superbonus 110, il Governo ha provveduto a rivedere alcuni aspetti. Ci sono stati diversi dibattiti tra professionisti del settore e varie parti politiche la cui sintesi ha permesso di correggere il tiro e garantire una misura probabilmente più adatta al tessuto sociale italiano e a quelle che sono le caratteristiche dello scenario urbanistico. Qui di seguito abbiamo provato a riportare quelle che sono state le principali modifiche Superbonus 110.

La proroga fino al 30 giugno 2022

Il Superbonus è nato in piena pandemia con l’intento di incentivare la ristrutturazione della struttura urbanistica italiana decisamente obsoleta e non in linea con le ultime tendenze in tema di sostenibilità. L’Italia è un Paese che deve fare costantemente i conti con un diffuso dissesto idrogeologico che periodicamente causa alluvioni e tante altre catastrofi. Inoltre, il territorio italiano è ad alto rischio sismico per cui è necessario rivedere le soluzioni immobiliari, effettuando una progettazione che sia capace di resistere a un possibile terremoto e che tenga conto delle caratteristiche idrogeologiche. Il Superbonus deve cercare di fare in modo che il settore edilizio possa essere rilanciato, così come pure quello immobiliare.

Tuttavia, per come era stato concepito inizialmente, questo incentivo riusciva a essere poco efficace anche in virtù delle tempistiche piuttosto ristrette per poterlo utilizzare. In virtù di questa considerazione, il Governo ha deciso, fra le varie modifiche Superbonus 110, di varare la proroga del Superbonus 110% allargandola fino al 30 giugno 2022.

Questo significa che tutte le spese che effettui entro tale data per ristrutturare la tua casa e per renderla più sicura rispetto a possibili terremoti e con prestazioni energetiche migliori, possono essere detratte in sede di dichiarazione dei redditi. In alternativa alla detrazione puoi anche scegliere di ottenere lo sconto in fattura effettuato dalla ditta che esegue i lavori o successivamente cedere il credito maturato a un terzo soggetto che può essere un privato o una banca.

C’è da fare comunque una doverosa precisazione per quanto concerne la proroga: è stata estesa al 31 dicembre 2022, mentre all’interno di condomini al 30 giugno 2022. In questo caso specifico è necessario anche che sia stato effettuato almeno il 60% dei lavori previsti. Attualmente la proroga al 31 dicembre è valida non solo per la detrazione in sede di dichiarazione dei redditi, ma anche per quanti vogliono prendere in considerazione l’opzione di fruire dello sconto diretto in fattura o della cessione del credito.

La proroga ha riguardato tutti i possibili interventi per i soggetti potenzialmente beneficiari, in particolare anche per gli istituti autonomi di case popolari che sono conosciuti in gergo con la sigla IACP.

Vincoli meno restrittivi per accedere al Superbonus

Nella prima versione del Superbonus erano state inserite delle limitazioni e dei vincoli eccessivamente restrittivi, il che rendeva lo strumento poco utilizzabile. Tuttavia nelle ultime settimane si è provveduto a smussare queste problematiche con tante modifiche Superbonus 110 che hanno permesso di inglobare interventi in determinati contesti che fino a qualche tempo fa erano esclusi.

Innanzitutto, è stato chiarito che la detrazione può essere ottenuta anche nel caso in cui vengano effettuati interventi destinati alla coibentazione del tetto. In aggiunta, è possibile richiedere il Superbonus anche per gli edifici che non sono provvisti di dichiarazione delle prestazioni energetiche ossia dell’APE.

Un’altra importante novità riguarda le barriere architettoniche. Inizialmente l’eliminazione delle barriere architettoniche era stata esclusa dalla lista degli interventi ammessi, mentre oggi sono stati riconosciuti come beneficiari. In pratica se nella tua casa o in un ambiente condominiale sono presenti barriere architettoniche che non permettono a disabili di potersi muovere in autonomia, è possibile abbattere completamente i costi necessari per la loro eliminazione.

Novità per le case indipendenti

Un punto fondamentale del Superbonus che ha destato tantissime discussioni soprattutto per quanto riguarda la corretta interpretazione, è quello legato alla definizione del concetto di unità immobiliare funzionalmente indipendente. Una definizione che di fatto aveva tagliato fuori tutti i proprietari degli appartamenti in condomini in cui non erano previsti tali interventi tra quelli definiti trainanti. È stata creata un po’ di confusione anche perché si parlava esclusivamente di ingresso indipendente e non di altre caratteristiche.

Attraverso una risposta all’interpello numero 115 del 16 febbraio 2021, l’Agenzia delle Entrate ha sottolineato quale sia la definizione di unità immobiliare funzionalmente indipendente da tenere in considerazione per poter accedere alle detrazioni previste dal Superbonus. Nello specifico per poter essere considerata funzionalmente indipendente, un’unità immobiliare deve disporre di almeno tre impianti di proprietà esclusiva, in particolar modo tra l’impianto per l’acqua, per il gas, per l’energia elettrica e per il riscaldamento.

In virtù di questa nuova definizione molto più precisa e tecnica rispetto alla precedente, tante unità immobiliari potrebbero rientrare clamorosamente tra i beneficiari e quindi accedere alla possibilità di effettuare i lavori di ristrutturazione praticamente a spese zero.

Inoltre, l’Agenzia delle Entrate ha voluto anche chiarire la questione relativa a più unità immobiliari che sono distintamente accatastate e che sono possedute anche da più di un proprietario. Nello specifico la detrazione è anche prevista per quegli edifici che sono composti da 2 o al massimo 4 unità immobiliari accatastate in maniera distinta e che fanno capo a un unico proprietario o a più proprietari in comproprietà.

Modifiche Superbonus 110 anche per le asseverazioni e gli obblighi

Un problema effettivo del Superbonus è quello legato alle asseverazioni. C’erano state molteplici discussioni tra le varie figure professionali che possono interagire in questo contesto, soprattutto per quanto riguarda l’obbligatorietà delle polizze professionali. Si era parlato addirittura della necessità di sottoscrivere da parte di professionisti una polizza professionale esclusiva per effettuare le asseverazioni.

Fortunatamente con le modifiche Superbonus 110 recentemente apportate non è più così. Il professionista non è più obbligato a dover sottoscrivere una polizza particolare per effettuare l’assicurazione e quindi dare il proprio contributo nella progettazione e realizzazione di interventi con detrazioni fiscali al 110.

Per quanto riguarda invece il cantiere, è stato previsto l’obbligo da parte del responsabile di esporre un cartello nel quale viene indicato in maniera chiara che l‘intervento di ristrutturazione e di riqualificazione energetica viene effettuato con l’accesso agli interventi statali previsti dalla legge n 17 del 2020 e quindi numero 77 definito come Superbonus 110% per interventi di efficienza energetica o interventi antisismici. Questa dicitura deve essere esposta sul cantiere con un apposito cartello per questioni di natura burocratica.

Infine sono state modificate anche le procedure per quanto riguarda gli interventi previsti in ambito condominiale. Nello specifico sono state apportate delle modifiche per quanto riguarda il procedimento che prevede l’approvazione di questo genere di interventi.

CONTATTII nostri recapiti
IT NATION S.R.L. P.Iva 06819510824
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png
CONTATTII nostri recapiti
DOVE TROVARCIEcco dove trovarci
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/img-footer-map-itay.png
GLI INDIRIZZIDove siamo
Milano: Via San Gregorio n. 55, CAP 20124
Perugia: Via Settevalli n. 544, CAP 06129
Pistoia: Via Cappelli 1, Serravalle Pistoiese, CAP 51034
MEMBRI DI
https://www.ecobonus360.it/wp-content/uploads/2021/05/Quantico-business-white.png

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.

Copyright by Evo Sistemi di Cirone Simone. Tutti i diritti riservati.